Raffaele Castaldo – Chirurgo Estetico

menu

TUMORI DELLE GHIANDOLE SALIVARI

chirugia maxillo facciale




CHE COSA SONO I TUMORI DELLE GHIANDOLE SALIVARI
L'INTERVENTO
TEMPI DI RECUPERO

Le neoformazioni cutanee e sottocutanee del volto, che includono basaliomi, carcinomi, fibroadenomi, cheratosi, lipomi, cisti sebacee, possono variare da lesioni benigne a maligne, richiedendo spesso un intervento chirurgico per la loro rimozione. Il Dott. Raffaele Castaldo offre procedure di escissione chirurgica per trattare queste condizioni, assicurando non solo la rimozione efficace ma anche il recupero estetico ottimale del paziente.
Il trattamento dei tumori delle ghiandole salivari dipende dalla natura della lesione (benigna o maligna) e dalla sua localizzazione. La chirurgia è spesso necessaria per rimuovere la massa tumorale, con un approccio personalizzato per garantire la massima sicurezza e efficacia.
Dopo l’intervento chirurgico: Drenaggio: Un drenaggio cutaneo può essere posizionato per circa 2 giorni. Rimozione dei Punti: I punti di sutura vengono rimossi tra 7 e 10 giorni. Dieta: È consigliabile evitare cibi che stimolano la salivazione (agrumi, cibi speziati) per 2-3 settimane.

TUMORI DELLE GHIANDOLE SALIVARI

chirurgia maxillo facciale

CHE COSA SONO I TUMORI DELLE GHIANDOLE SALIVARI
L'INTERVENTO
TEMPI DI RECUPERO

I tumori delle ghiandole salivari rappresentano una preoccupazione significativa per molti pazienti, soprattutto quando si manifestano come tumefazioni nella regione sottostante al lobo dell’orecchio o in prossimità dell’angolo mandibolare. Il Dott. Raffaele Castaldo, esperto in chirurgia maxillo-facciale, offre una diagnosi accurata e trattamenti efficaci per queste condizioni.
Il trattamento dei tumori delle ghiandole salivari dipende dalla natura della lesione (benigna o maligna) e dalla sua localizzazione. La chirurgia è spesso necessaria per rimuovere la massa tumorale, con un approccio personalizzato per garantire la massima sicurezza e efficacia.
Dopo l’intervento chirurgico: Drenaggio: Un drenaggio cutaneo può essere posizionato per circa 2 giorni. Rimozione dei Punti: I punti di sutura vengono rimossi tra 7 e 10 giorni. Dieta: È consigliabile evitare cibi che stimolano la salivazione (agrumi, cibi speziati) per 2-3 settimane.

LE PROCEDURE
OFFERTE

Ricontornatura della Fronte e Riduzione della Protuberanza Frontale: Questo intervento modifica la forma del fronte per una linea più dolce e tipicamente femminile o maschile a seconda dei casi.

Rinoplastica: Ristrutturazione del naso per armonizzare meglio con le altre caratteristiche facciali modificate.

Lifting e Riduzione della Linea dei Capelli: Interventi per abbassare la linea dei capelli e ridurre l’ampiezza della fronte, migliorando l’armonia generale del viso.

LE PROCEDURE
OFFERTE

Modifica della Mandibola e del Mento: Ridimensionamento e modellamento di mandibola e mento per adattarli a un aspetto più desiderato, sia esso più morbido o più definito.

Cheiloplastica e Aumento del Volume delle Labbra: Interventi per modificare la forma delle labbra e aumentarne il volume, per un aspetto più pieno e definito.

Condrolaringoplastica (Riduzione del pomo d’Adamo): Riduzione della cartilagine tiroidea per un collo più levigato e meno mascolino.

VANTAGGI DELLA
CHIRURGIA DI TRANSIZIONE

Allineamento tra sé interiore ed esteriore: Questi interventi possono migliorare significativamente la qualità di vita e l’autostima, aiutando i pazienti a sentirsi più a proprio agio con la propria immagine esteriore.
Risultati Personalizzati: Ogni procedura è profondamente personalizzata per rispondere alle specifiche esigenze del paziente, seguendo una comprensione empatica e professionale delle loro aspettative e desideri.

Localizzazione e Tipologie dei Tumori delle Ghiandole Salivari

Le ghiandole salivari maggiori comprendono le ghiandole parotidi, sottomandibolari e sottolinguali. La maggior parte dei tumori delle ghiandole salivari insorge nelle parotidi, che si trovano nella regione sottostante il lobo dell’orecchio.

Tumori della Parotide

Questi tumori sono frequentemente benigni e il loro accrescimento è lento. I più comuni includono l’adenoma pleomorfo e il tumore di Warthin.
Tumori delle Ghiandole Sottomandibolari e Sottolinguali: Meno frequenti rispetto ai tumori parotidei, possono anch’essi essere benigni o maligni.
Sintomi dei Tumori delle Ghiandole Salivari
I tumori delle ghiandole salivari possono manifestarsi come:

Diagnosi dei Tumori delle Ghiandole Salivari

La diagnosi dei tumori delle ghiandole salivari inizia con una valutazione clinica approfondita durante la visita specialistica. Gli esami diagnostici possono includere:

Ecografia: Per valutare la natura e l’estensione della tumefazione.
Risonanza Magnetica (RM): Con mezzo di contrasto per una valutazione dettagliata della lesione.
Esame Citologico: Prelievo tramite ago di un campione di tessuto per l’analisi istologica.

PRENOTA UNA VISITA SPECIALISTICA

La diagnosi precoce e un trattamento tempestivo sono fondamentali per gestire efficacemente i tumori delle ghiandole salivari. Affidarsi a un chirurgo maxillo-facciale esperto come il Dott. Raffaele Castaldo garantisce un approccio professionale e attento, minimizzando i rischi e ottimizzando i risultati. I tumori delle ghiandole salivari possono essere gestiti con successo attraverso una diagnosi accurata e un trattamento adeguato. Se sospettate la presenza di una tumefazione o avvertite sintomi anomali nella regione delle ghiandole salivari, è essenziale sottoporsi a una visita specialistica per una valutazione approfondita e un piano di trattamento personalizzato.

    Autorizzo al trattamento dei dati in ottemperanza al GDPR 2016/679 EU sulla Privacy e la Protezione dei Dati